Giovedì, 19 Ottobre 2017 13:30

Ritornare a vivere e lavorare in montagna

di  Giulia Signorelli

 

 

Il 28 ottobre 2017, Verbagna (VCO) - 

 

Il convegno, il cui tema sarà la montagna e le attività che stanno riportando persone e attività in questa "porzione alta" del Verbano, è nato dalla collaborazione tra la Commissione Cultura e Turismo del Comune di Verbania e l'associazione Terre Alte Laghi. L'appuntamento è per sabato 28 ottobre con "Ritornare a vivere e lavorare in montagna": l'argomento centrale sarà lo sviluppo montano e della sua economia. La mattinata, come anticipato, si svolgerà al centro eventi Il Maggiore di Verbania e indagherà alcuni punti nodali come lo sviluppo del trekking dell'Alta Via del Lago Maggiore, l'utilizzo dei fabbricati rurali degradati e la gestione del patrimonio forestale.

 

Il proseguimento pomeridiano invece si svolgerà in quota, nel Comune di Aurano, presso il "Nido" della Lago Maggiore ZIPline, occasione per presentare alcune realtà che concretamente vivono e lavorano su queste montagne: dalle aziende agricole al gassificatore a biomassa di legno vergine, dalla Lago Maggiore ZIPline al mercato del libro in montagna "Librarsi Spalavera" e a molte altre esperienze innovative. Il convegno rappresenta anche il momento conclusivo di un lungo processo di concertazione operata da Terre Alte Laghi e la Commissione Turismo e Cultura del Comune di Verbania in cui si sono analizzati alcuni punti nodali: dalla definizione di una strategia per il rilancio turistico e culturale al "fare rete", fino all'impostazione di obiettivi comuni e di un metodo di lavoro unitario, volto al coinvolgimento di quante più realtà possibili.

 

Dall'esposizione di questi programmi e progetti è emersa un'interessante proposta dell'Associazione Terre Alte Laghi: un progetto di legge regionale di iniziativa comunale per il recupero del patrimonio degradato in quota, all'interno dei territori montani. La Commissione del Comune ha discusso ed approvato tale progetto, che vede coinvolte la città di Verbania come Capofila del territorio e le Terre Alte del suo entroterra, e tende a potenziare la crescita delle zone rurali e favorirne lo sviluppo, secondo logiche di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Si è quindi definita nei dettagli la proposta di intervento legislativo regionale sulla piccola accoglienza montana (PAM).

 

Grazie al Vicepresidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna, è diventata concreta la possibilità di intervenire sulla normativa regionale e dopo un confronto con Antonella Parigi (Assessore regionale alla cultura e al turismo) e Alberto Valmaggia (Assessore regionale allo sviluppo della montagna) è stato quindi possibile rendere effettivo l'intervento. 

 

Il convegno di sabato 28 ottobre è patrocinato da Fondazione Comunitaria VCO, Collegio provinciale Geometri e Geometri Laureati del Verbano Cusio Ossola, Provincia del Verbano Cusio Ossola, Associazione culturale Ars.Uni.Vco, Parco Nazionale Val Grande, Gruppo Bancario CREVAL, i Comuni aderenti all'Associazione Terre Alte Laghi: Aurano, Arizzano, Bée, Cambiasca, Caprezzo, Cossogno, Intragna, Mergozzo, Miazzina, Premeno, San Bernardino Verbano, Vignone e la Lago Maggiore ZIPLine.

 

info@terrealtelaghi.it

 

condividi

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed