Ristoranti

Sabato, 11 Ottobre 2014 11:37

CASTELLO DI PRALORMO: Il castello goloso, segreti e ricette di famiglia

Scritto da

SEGRETI E MENU STORICI AL CASTELLO DI PRALORMO: aneddoti, esposizione di preziosi documenti e antiche ricette da degustare

Il 24 ottobre, Pralormo (Torino) -  CASTELLO DI PRALORMO (TO) piemonteterradelgusto.com

 

L’evento organizzato da Confagricoltura Torino in collaborazione con il castello di Pralormo e l’Unione Italiana Ristoratori.

Confagricoltura Torino, annovera tra le aziende associate alcune realtà che, oltre all’attività agricola, sono di particolare pregio per la loro storia pluricentenaria, la struttura architettonica, la forte connotazione paesaggistica.

Il Castello di Pralormo è abitato dai conti Filippo e Consolata Beraudo di Pralormo. Una dimora storica che ha saputo valorizzare ed esaltare la sua poliedricità, adattandosi ai tempi, rinnovandosi ed organizzando iniziative in campo culturale, ambientale, agricolo, gastronomico.

Nell’ambito del Salone Off, Confagricoltura Torino, organizza per venerdì 24 ottobre, un evento esclusivo: “Il castello goloso: segreti e ricette di famiglia”.

 

Un tuffo nel passato alla scoperta di documenti, antichi ricettari e menu storici con la riproposizione di alcune ricette a tavola. Nell'antico granaio della grande Cascina Castellana, sarà allestita un’esposizione in tema con l'arte della tavola e la cucina: i visitatori potranno ammirare una collezione di menu storici (1860-1930), importanti ricettari che fanno parte della biblioteca del castello, affiancati da ricettari attuali che potranno essere sfogliati liberamente.

 

Saranno inoltre allestite due tavole con porcellane particolari di ieri e di oggi con attrezzature e strumenti da cucina molto curiosi, che rappresentano gli “antenati” degli strumenti usati oggi dagli chef e che fanno parte dell’antica cucina del castello; tra gli altri, una caraffa francese utilizzata per creare acqua minerale miscelando polverine, un’affettatrice per il pane in cassetta acquistata in Inghilterra, ma anche curiosi piatti per gli asparagi, mezzelune per l’insalata e incredibili scatolette di metallo di produzione inglese che venivano utilizzate per non rovinare i tramezzini in viaggio.

 

Molto interessante sarà anche l’esposizione di cataloghi francesi, attraverso i quali si acquistava per corrispondenza qualsiasi oggetto per l’arredamento della casa, per lo sport, per i viaggi, per i bambini e soprattutto per la cucina. Le antiche cucine del castello (location di prestigiose produzioni televisive) saranno visitabili in quanto parte dell’itinerario di visita all’interno del castello, che comprende quattordici ambienti e che attraversa le cantine, il guardaroba, la stireria e le dispense per poi arrivare al salone da ballo, alla stanza del Ministro, al salotto della musica e alla sala da pranzo.

 

Il Conte e la Contessa Beraudo di Pralormo saranno presenti ad accogliere gli ospiti. Il programma prevede:

  • arrivo, dalle ore 17,30per la visita al castello (6 euro anziché 7,50)
  • visita alla mostra "Il Castello goloso: segreti e ricette di famiglia"
  • cena preparata dallo chef Diego Baro (UIR - Unione Italiana Ristoratori) e raccontata dal giornalista gastronomico Alessandro Felis attraverso aneddoti e curiosità.

 

Alcune proposte culinarie della serata sono tratte dal Ricettario della contessa, altre dal libro “100 anni di menu con ricette d’epoca”, di Domenico Musci, edito dal Lions Club di Santhià.

 

Castello di Pralormo (To) piemonteterradelgusto.com

  

Minuta:

  • Salampatata del Canavese (P.A.T. Prodotto Agroalimentare Tradizionale)
  • Peperoni di Carmagnola ripieni (dal ricettario della Contessa)
  • Tonno di coniglio grigio di Carmagnola
  • Cipolla canavesana
  • Frittino di tomini (variazione sul tema del fritto di formaggi alla besciamella, dal ricettario della Contessa)
  • Risotto all’Erbaluce di Caluso, mela candita e profumo di cannella
  • Zabaione con Noasetti (Nocciolini di Chivasso)

Cantina:

  • Erbaluce di Caluso spumante metodo classico millesimato 2009 – Giacometto, Caluso
  • “60” Erbaluce di Caluso docg 2013 - Cantina della Serra, Piverone
  • Nebbiolo Canavese doc 2011 - Cieck, San Giorgio Canavese
  • Caluso passito doc – Cantina della Serra, Piverone

 

La serata è aperta al pubblico, su prenotazione obbligatoria a Confagricoltura Torino, telefonando al 1.571344, entro il 20 ottobre. Il costo a persona è di euro 25, comprensivi di visita alla mostra e cena. 

L’esposizione e l’interno del castello saranno possibili, oltre che nel pomeriggio di venerdì 24 ottobre (dalle h 17,30 alle h 19), anche nella giornata di domenica 26 ottobre (dalle h 10 alle h 18).

 

condividi:

FacebookTwitterGoogle BookmarksRedditLinkedinPinterest

 

Cerca il tuo Ristorante

Scegli il Tuo Menu'

Localita'

PIEMONTE TERRA DEL GUSTO

Il gusto per lo stile, il gusto per l'arte, il gusto per il buon cibo, il gusto per la musica, il gusto per le bellezze architettoniche, il gusto per la storia, il gusto per la contemporaneità, il gusto per il teatro, il gusto per la danza, il gusto per il paesaggio, il gusto per il bello, il gusto per l'ecologia, il gusto per il territorio, il gusto delle emozioni...

LEGGI TUTTO

COLLABORA CON NOI

Piemonte Terra del Gusto è sempre alla ricerca di collaboratori che come noi condividano passione ed interesse per la Cultura e il Territorio. Se sei un agente pubblicitario, un'azienda, un coordinatore di un gruppo turistico, oppure ancora un blogger con idee, corsi, eventi da proporre e organizzare...

SCRIVICI ORA

CONTATTI

Per promuovere la propria attività, per organizzare o divulgare un evento o notizie che riguardano iniziative sul territorio piemontese, italiano ed Estero, o per qualsiasi altra informazione sulla nostra piattaforma web...

SCRIVICI ORA

Copyright © 2019 Piemonte Terra del Gusto. È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del materiale pubblicato, loghi, grafica, immagini, testi.

PIEMONTE TERRA DEL GUSTO E' UN MARCHIO REGISTRATO C.C.I.A.A. N° 000164896

Piemonteterradelgusto.com non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Ogni autore è direttamente responsabile di ciò che scrive negli articoli e nei commenti.

Powered by SitoPerTe.com & Joomla-sitiweb.com

Questo sito utilizza cookies. Continuando con la navigazione accetti implicitamente il loro uso.

Maggiori informazioni Ok Declino