Stampa questa pagina
Lunedì, 16 Settembre 2013 18:43

Lab Officinateatrale

Scritto da

Lab Officinateatrale

L'evasione dal quotidiano e dagli "stereotipi psicologici"

  

  

 

Riprende il 3 ottobre 2013 l'attività di Lab officinaTeatrale 13/14, nel nuovo spazio di Officina Dinamo al Pigneto (Roma) -

 

Attraverso le dinamiche del Gioco, fatte di Sorpresa e Necessità, i partecipanti al laboratorio vengono guidati verso l’evasione dal “quotidiano” e dagli “stereotipi psicologici”, invitando così le persone a sfruttare il rischio, i propri errori, la propria diversità. riscoprendo una libertà creativa nel corpo e nella voce. Le persone e non gli attori sono al centro del lavoro, la loro condivisione dello spazio e l'energia erotica che scaturisce dal loro desiderare (teatro come “arte viscerale”, direbbe Artaud).

 

Sempre attraverso il Gioco il confronto con gli elementi del teatro, spazio, relazione, personaggio, ascolto, sguardo, fiducia e, sfruttando le proposte creative dei partecipanti, e i territori che l'improvvisazione può offrire (senza avere esiti scontati o “messaggi” da trasmettere), si costruisce una messa in scena. In particolar modo, si indaga il tema dell”Avamposto del Margine”, ossia la ricerca in un spazio fuori e dentro la scena che sia una dimensione fra la Vita e l’atto teatrale, un “accampamento” nel Reale, una modalità in cui il performer, come un guerriero e come un barbone, è fortemente in contatto e in ascolto con ciò che lo circonda.

 

WORKSHOP CON ATTORI E REGISTI ESTERNI DURANTE L’ANNO, MESSA IN SCENA FINALE, APERTO A TUTTI A PRESCINDERE DALL’ETÀ E DALL’ESPERIENZA, EVENTUALE INSERIMENTO NEI PROGETTI TEATRALI

Quando: tutti i giovedì dalle 19:30 alle 22.30.

Durata del corso: 3 ottobre 2013 – 29 maggio 2013

Dove: presso OFFICINA DINAMO Via G. Brancaleone, 58 - Roma (Zona Pigneto)

Costo mensile: 45,00 euro. Ci si può iscrivere anche durante l’anno, la prima lezione è sempre gratuita.

Serve: abbigliamento comodo, si lavora senza scarpe.

 

Lab Officinateatrale, il laboratorio permanente che Lorenzo Giansante tiene da nove anni a Roma è una vera e propria fucina di sperimentazione. Attraversato da tantissimi giovani, professionisti e non, da sempre ospitato in centri sociali e associazioni culturali, continua ad essere un luogo di incontro e di ricerca sul senso e sul ruolo del teatro oggi, uno spazio di contaminazione e arricchimento, un serbatoio da cui prendono vita le opere del regista.

Lab Officinateatrale ha prodotto quattro performance, l’ultima delle quali è CONDOMINIUM che ha debuttato a maggio al Nuovo Cinema Palazzo (e poi al Circolo degli Artisti) e in versione “studio” ha girato l’Italia, partecipando al "Premio Giovani Realtà del Teatro 2012” dell’Accademia Teatrale Nico Pepe (Udine), al Festival "Arterie", Cantalupo in Sabina (RI), alla Rassegna “Abito” presso Scuola Holden (Torino) e più recentemente al Festival della Creatività che si è svolto a Roma per l’opening di Factory all’Ex Mattatoio Testaccio.

 

Lorenzo Giansante, regista e performer. Inizia la sua esperienza teatrale studiando con Giuliano Lenzi, allievo di Carlo Cecchi, all’interno dell’Università di Siena e collaborando come attore con laLut (Pazzi, 2002). Grazie al Lenzi, fonda insieme ad altri ragazzi provenienti dall’università e da varie esperienze artistiche un gruppo di ricerca chiamato L’Accademia del Teatro Mortale, dove inizia a mettersi alla prova come regista. I suoi spettacoli, Girotondo (2002) e Lagaria (2003), dalle atmosfere cupe, visionarie e fassbinderiane, ricevono diversi riconoscimenti in Toscana.

In seguito si trasferisce a Roma lavorando nell’ambito di un centro culturale dove organizza un laboratorio e una rassegna teatrale. Firma due regie: Devozione (CineTeatro. MarteLive) e In una Capsula (Maggiolina, Linux Club). Nel 2006 ha frequentato un laboratorio con Danio Manfredini, ha lavorato con Alfonso Benadduce ed è performer per la coreografa Simona Lobefaro del gruppo di danza ricerca MAddAI. Nel 2010 realizza la regia di Oggi, un’incursione performativa abusiva replicata in vari non-luoghi della Capitale (Stazione Termini, galleria commerciale Appia Nuova).

Nel Dicembre 2010 è finalista al Premio NET di Roma con la regia del suo nuovo progetto Tourist. La performance ha replicato in autunno al Kollatino Underground di Roma e poi al Teatro Studio Uno sempre di Roma. Attualmente tiene un laboratorio teatrale permanente a Roma, continua a collaborare con MAddAI e arricchisce la sua esperienza frequentando workshop come quello con Chiara Lagani del gruppo Fanny e Alexander, quello con Michele Di Stefano del gruppo MK e più recentemente quello con Cesare Ronconi del Teatro Valdoca.

 

Informazioni: Lorenzo Giansante: Tel: 333 6899445

www.officina.xtreemhost.com

 

condividi:

FacebookTwitterGoogle BookmarksRedditLinkedinPinterest

 

 

 

 

Joomla SEF URLs by Artio