Stampa questa pagina
Sabato, 09 Luglio 2016 13:14

FIORI COMMESTIBILI

Scritto da Stefano Sforza

A cura dello chef Stefano Sforza

 

Parliamo di fiori commestibili con lo chef Stefano Sforza del Ristorante Le Petit Madeleine - Turin Palace Hotel: 

"Sono un'amante dei fiori e delle erbe spontanee commestibili". In natura ne esistono molte specie, basta andare in un qualsiasi campo e raccoglierli. E' necessario però fare estrema attenzione poiché alcuni fiori anche se hanno un bell'aspetto sono velenosi ad esempio la Belladonna (angiosperme dicotiledoni) o la Digitale purpurea (Digitalis purpurea). 

I fiori che si trovano in commercio di solito sono fiori coltivati in serra, anche in questo caso è necessario controllare bene la provenienza e verificare che non siano stati trattati con prodotti chimici. Un'altra precauzione è di non mangiare fiori trovati al bordo della strada o nei giardini pubblici...

Il mio personale consiglio è di coltivare i fiori da se, così da avere un prodotto completamente naturale. E' fondamentale mangiare solo i petali e i pistilli, i gambi vanno eliminati.

 

 

Negli anni ho avuto l'opportunità di studiare quali sono i fiori commestibili e ne ho selezionati una cinquantina che utilizzo in cucina per comporre i piatti più elaborati o anche solo per una semplice insalata:

  • Fiori di basilico: di solito sono fiori molto colorati si trovano bianchi,viola,rossi.
  • Fiori di aneto: colore giallo hanno un gusto erbaceo.
  • Fiori di allium: rappresentano la specie di fiori nati da (erba cipollina, aglio, porro, scalogno)sono molto gustosi ma vanno utilizzati con parsimonia.
  • Fiori di borragine: fiore blu tendente al viola ha un retrogusto di cetriolo.
  • Fiore di camomilla: fiore dolcissimo, si utilizzano soprattutto per fare gli infusi.
  • Fiore di citrus: comprendono tutti i fiori di (limone, arancio, pompelmo, mandarino)sono fiori con una acidità spiccata.
  • Fiore di coriandolo: molto profumato ed erbaceo.
  • Fiore dente di leone: uno dei miei preferiti fiore molto bello e con molte varietà di colori.
  • Fiore di zucca: molto utilizzato in cucina per la sua grandezza e il suo sapore intenso.
  • Fiore di ibisco: molto utilizzato in sciroppi, confetture e infusi.
  • Fiore di anice: profumato con un retrogusto di liquirizia.
  • Fiore di nasturzio: molto colorato con un gusto dolce e piccante va usato con cautela.
  • Fiore di rosmarino: va utilizzato solo come guarnizione.
  • Fiore di viola: ricorda la menta molto utilizzato in pasticceria

 

LA BOUTIQUE DELLO CHEF - CHIERI (TO)

labottegadellochefblog.wordpress.com

 

condividi:

FacebookTwitterGoogle BookmarksRedditLinkedinPinterest

Joomla SEF URLs by Artio